XXII CORSO RESIDENZIALE DI PSICOPATOLOGIA FENOMENOLOGICA “ARNALDO BALLERINI”

2023
Lo sguardo fenomenologico sulla clinica:
tradizione ed attualità


Venerdì 17 marzo 2023
14:00 – 15:00 Saluto delle Autorità
Sara Funaro – Assessore Educazione e Welfare, Comune di Firenze

I – Dialogo con l’insensato

Venerdì 17 marzo 2023
Moderatori: Giorgio Castignoli, Giovanni Martinotti


15:00 – 16:30 Il soggetto della follia
Luciano Del Pistoia
16:30 – 17:30 Discussione sugli argomenti trattati
Luciano Del Pistoia

17:30 – 19:00 Dialogo con l’insensato
Federico Leoni
19:00 – 20:00 Discussione sugli argomenti trattati
Federico Leoni

Sabato 18 marzo 2023
Moderatori: Giorgio Castignoli, Giovanni Martinotti


09:00 – 11:00 1922-2022 cento anni di psicopatologia fenomenologica
Filippo Maria Ferro
11:00 – 13:00 Discussione sugli argomenti trattati
Filippo Maria Ferro

——————————————————

II – Fenomenologia della sofferenza giovanile

Venerdì 14 aprile 2023
Moderatori: Matteo Rossi, Andrea Raballo


14:00 – 15:30 Hikikomori, adolescenti che si nascondono
Antonio Piotti
15:30 – 16:30 Discussione sugli argomenti trattati
Antonio Piotti

16:30 – 18:30 Tempo, spazio e assetto psicoterapeutico nel disagio giovanile
Franca Madioni, Aitziber Lopez de Lacalle
18:30 – 19:30 Discussione sugli argomenti trattati
Franca Madioni, Aitziber Lopez de Lacalle

Sabato 15 aprile 2023
Moderatori: Matteo Rossi, Andrea Raballo


09:00 – 10:15 La fenomenologia degli esordi e l’indeterminazione diagnostica
Riccardo Dalle Luche
10:15 – 11:15 Discussione sugli argomenti trattati
Riccardo Dalle Luche
11:15 – 12:30 La costituzione della presenza on line
Marco Di Cangio
12:30 – 13:30 Discussione sugli argomenti trattati
Marco Di Cangio

——————————————————

III – Fenomenologia e clinica della crisi

Venerdì 19 maggio 2023
Moderatori: Andrea Raballo, Paolo Verri


14:00 – 16:00 Una fenomenologia degli interventi al pronto soccorso
Gilberto Di Petta, Stefano Goretti
16:00 – 17:00 Discussione sugli argomenti trattati
Gilberto Di Petta, Stefano Goretti
17:00 – 18:30 L’esperienza soggettiva delle sostanze nell’acuzie
Giovanni Martinotti
18:30 – 19:30 Discussione sugli argomenti trattati
Giovanni Martinotti

Sabato 20 maggio 2023
Moderatori: Andrea Raballo, Paolo Verri


09:00 – 10:15 Crisi ed apertura di mondo nel suicidio
Massimo Prelati
10:15 – 11:15 Discussione sugli argomenti trattati
Massimo Prelati
11:15 – 12:30 Lo psicopatologo e la prescrizione farmacologica nell’urgenza
Andrea Ballerini
12:30 – 13:30 Discussione sugli argomenti trattati
Andrea Ballerini

——————————————————

IV – Angoscia, Fobie, Ossessioni

Venerdì 6 ottobre 2023
Moderatori: Paolo Scudellari, Paolo Verri


14:00 – 15:30 Il corpo nelle nevrosi
Giorgio Castignoli
15:30 – 16:30 Discussione sugli argomenti trattati
Giorgio Castignoli
16:30 – 18:00 Il mondo degli ossessivi
Giovanni Stanghellini
18:00 – 19:00 Discussione sugli argomenti trattati
Giovanni Stanghellini

Sabato 7 ottobre 2023
Moderatori: Paolo Scudellari, Paolo Verri


09:00 – 10:15 Difesa e dissociazione nella teoria psicoanalitica. Il modello delle fobie e ossessioni
Giuseppe Riefolo
10:15 – 11:15 Discussione sugli argomenti trattati
Giuseppe Riefolo
11:15 – 12:30 Fobie e visionarietà. L’insediamento mondano alla prova dell’angoscia
Paolo Colavero
12:30 – 13:30 Discussione sugli argomenti trattati
Paolo Colavero

——————————————————

V – La psicosi e/o le psicosi

Venerdì 10 novembre 2023
Moderatori: Giorgio Castignoli, Giovanni Martinotti


14:00 – 15:30 La psicosi o le psicosi? Una storia concettuale
Massimiliano Aragona
15:30 – 16:30 Discussione sugli argomenti trattati
Massimiliano Aragona
16:30 – 18:00 Il mondo della vita delle persone schizofreniche e di quelle maniaco depressive
Massimo Ballerini
18:00 – 19:00 Discussione sugli argomenti trattati
Massimo Ballerini

Sabato 11 novembre 2023
Moderatori: Giorgio Castignoli, Giovanni Martinotti


09:00 – 10:15 La psicopatologia unicista di Werner Janzarik
Simone Giovannini
10:15 – 11:15 Discussione sugli argomenti trattati
Simone Giovannini
11:15 – 12:30 Atmosfera e umore: fenomenologia, psicopatologia e clinica
Gilberto Di Petta
12:30 – 13:30 Discussione sugli argomenti trattati
Gilberto Di Petta

13:30 Chiusura e Verifica ECM


PRESENTAZIONE DEL CORSO
La Società Italiana per la Psicopatologia Fenomenologica è orgogliosa di presentare la XXII Edizione del Corso Residenziale di Psicopatologia Fenomenologica “ARNALDO BALLERINI” nella prestigiosa sede di Villa Casagrande, trecentesca dimora fortificata
della famiglia Serristori, in Figline Valdarno.
Il Corso è stato ideato e animato con grande entusiasmo a partire dall’anno 2000 da Arnaldo Ballerini e quindi, dal 2015, da Gilberto Di Petta con Giampaolo Di Piazza. Psichiatra e Psicopatologo versiliese, Ballerini proprio a Figline Valdarno ha realizzato, negli anni ‘70 del Secolo scorso, una delle prime esperienze di Psichiatria Territoriale e Comunitaria, sulla scorta della Psichiatria di Settore Francese di Daumezon. La tradizione fenomenologica continentale, francese e tedesca, di cui Arnaldo Ballerini è stato prima curioso cultore e poi originale autore, ha forgiato un’arte del prendersi cura del paziente basata sul rispetto della sua dignità di essere umano, contribuendo, in modo sostanziale, alla formazione di molti giovani clinici, valorizzandone le capacità di ascolto e apertura ad un incontro con l’altro il più possibile scevro da pregiudizi, e capace di cogliere le modalità essenziali di
essere-nel-mondo del paziente.
Come già accaduto in precedenti edizioni, anche quest’anno la proposta figlinese indica temi classici (vedi il discorso attorno alla figura della psicosi unica) ed ambiti nei quali la riflessione fenomenologica è innovativa (vedi l’area della psicopatologia clinica delle urgenze e delle emergenze).
Il Corso residenziale è articolato in cinque incontri dalla primavera all’autunno 2023, centrati sempre sul venerdì pomeriggio e sul sabato mattina.
Il primo modulo è dedicato al dialogo con l’insensato nella presunzione che è l’apertura fenomenologica all’incontro con la follia che consente di attribuire a questa una quota ragionante. Dialogheranno tra loro tre rappresentanti della più raffinata cultura filosofico-psicopatologica italiana: Luciano del Pistoia, Federico Leoni e Filippo Maria Ferro; il secondo incontro è dedicato alla lettura fenomenologica del mondo giovanile, drammaticamente esposto ad alti livelli di sofferente incertezza evolutiva. Lo sguardo sulla psicopatologia dell’emergenza nel terzo incontro ci guida nel tentativo di scrivere una fenomenologia del pronto soccorso, dalle sostanze stupefacenti al dramma del suicidio. Nel modulo successivo, il quarto, si riprende l’interesse verso il mondo della nevrosi, modificatosi nel tempo nella sua definizione e nei suoi limiti, abbracciando una prospettiva che contatta il
sapere sistemico e quello psicodinamico. L’antica querelle psicopatologico-nosografica tra prospettiva unicistica e prospettiva dualistica della malattia psicotica è oggetto di dibattito nell’ultimo incontro del Corso residenziale.
L’aspetto didattico del Corso e la possibilità di partecipare attivamente alla discussione da parte dei partecipanti hanno rappresentato, in questi 23 anni, un’occasione unica nel panorama formativo italiano per rianimare e recuperare sia motivazione che entusiasmo nel lavoro clinico quotidiano, permettendo il riconoscimento di specifiche e concrete funzioni terapeutiche all’operatore che aspira a curare in un modo fenomenologicamente orientato.
Nello stile del Corso di Figline, la pratica dei Servizi si coniuga con la ricerca e l’insegnamento universitario, con la formazione e la supervisione degli operatori. Nei cinque incontri residenziali i relatori condivideranno con i corsisti la loro conoscenza diretta, la loro esperienza e la loro personale lettura della psicopatologia fenomenologica promuovendo la rimessa in circolo di quanto già ritenuto ovvio e acquisito attraverso l’interazione ed il dialogo a più voci. Grazie allo stimolo di esperti discussant, infatti, il dibattito, che vede coinvolti partecipanti e allievi della Scuola di Psicoterapia Fenomenologico-Dinamica di Firenze, diventa la parte
imprevista e, forse, più formativa dell’intero Corso. Sarà posta particolare attenzione, durante il Corso, alla metodologia del lavoro psicopatologico sul campo, oltre alla ridefinizione di alcuni contenuti classici, ormai acquisiti.
La città di Figline Valdarno, patria di Marsilio Ficino e culla del Rinascimento italiano, accoglierà come ogni anno i corsisti nella sua atmosfera densa di cultura e di storia, rendendo gli incontri residenziali assolutamente indimenticabili all’interno della struttura Villa Casagrande.

Sede del Corso
HOTEL VILLA CASAGRANDE
Via Giovan Battista del Puglia, 61 – 50063 Figline Valdarno (FI)

Destinatari
Il corso, a numero chiuso, è rivolto a laureati in Medicina e Chirurgia e in Psicologia.
Accreditamento ECM
Il Corso sarà inserito nel Piano Formativo anno 2023 di AIM Education – Provider nr. 93
(www.aimeducation.it) e verrà richiesto l’accreditamento presso la Commissione
Nazionale per la Formazione Continua con Obiettivo Formativo tecnico professionale: 22

FRAGILITÀ E CRONICITÀ (MINORI, ANZIANI, DIPENDENZE DA STUPEFACENTI, ALCOOL ELUDOPATIA, SALUTE MENTALE), NUOVE POVERTÀ, TUTELA DEGLI ASPETTI ASSISTENZIALI, SOCIO-SANITARI E SOCIO-ASSISTENZIALI, esclusivamente per le Figure Professionali del MEDICO CHIRURGO con specializzazione in Psichiatria; Medicina Interna; Neuropsichiatria Infantile; Medicina Generale (Medici Di Famiglia); Psicoterapia; Farmacologia e Tossicologia Clinica; Neurofisiopatologia; Medicina del Lavoro e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro; Continuità Assistenziale; Direzione Medica di Presidio Ospedaliero; Organizzazione dei Servizi Sanitari di Base e dello PSICOLOGO con specializzazione in Psicoterapia; Psicologia; per un numero massimo di 50 partecipanti.
Oltre tale numero e per professioni/discipline differenti da quelle accreditate non sarà possibile rilasciare i crediti formativi.
Si precisa che i crediti verranno erogati a fronte di una partecipazione del 90% ai lavori scientifici dell’intero corso e con il superamento della prova di apprendimento tramite esame orale con voto almeno al 75/100.
Si precisa inoltre che gli specializzandi non possono concorrere all’acquisizione dei crediti ECM assegnati all’evento. L’evento non è sponsorizzato.

Iscrizioni
Per iscriversi è necessario inviare per email a psico2023@aimgroup.eu la scheda di
iscrizione che può essere scaricata dal sito https://www.psicopatologiafenomenologica.org/
o richiesta alla Segreteria Organizzativa, unitamente alla copia del bonifico effettuato.
Il corso è a numero chiuso quindi l’ammissione seguirà l’ordine di arrivo delle schede.

QUOTE DI ISCRIZIONE (compresa IVA 22%)
Ai 5 incontri residenziali
Liberi professionisti Euro 800,00
Soci della Società Italiana per la Psicopatologia Fenomenologica
(in regola con la quota associativa 2023) Euro 600,00
Allievi Diplomati della Scuola di Psicoterapia
Fenomenologico-Dinamica di Firenze Euro 500,00
Specializzandi in Psichiatria Euro 500,00
Al singolo incontro (senza riconoscimento crediti ECM)
Liberi professionisti Euro 185,00
Soci della Società Italiana per la Psicopatologia Fenomenologica
(in regola con la quota associativa 2023) Euro 130,00
Allievi Diplomati della Scuola di Psicoterapia
Fenomenologico-Dinamica di Firenze Euro 100,00
Specializzandi in Psichiatria Euro 100,00

Modalità di pagamento
Bonifico bancario a favore di:
AIM ITALY Srl – Sede di Firenze
Banca Intesa Sanpaolo (Firenze – Piazza Beccaria 1/r)
• IBAN IT21 O030 6902 9931 0000 0010 260
• BIC BCITITMM
Inserire come causale: XXII Corso Psicopatologia Fenomenologica, Figline Valdarno.

Arnaldo Ballerini (1928-2015) è stato un illustre rappresentante ed autore della corrente europea della Psichiatria fenomenologica. Ha conosciuto e lavorato con i maggiori esponenti di questo indirizzo, da Alfred Kraus a Gerd Huber, da Wolfgang Blankenburg a Kimura Bin, dei quali ha introdotto, in Italia, il pensiero e le opere. E’ stato studioso ed interprete originale del pensiero di Karl Jaspers e di Kurt Schneider. Con Cargnello, Callieri, Calvi e Gozzetti ha sviluppato l’idea di una psichiatria umanistica e di una psicopatologia fenomenologica molto versate in chiave terapeutica, costituendo una Scuola Italiana dotata di originalità rispetto alle Scuole tedesca e francese. Arnaldo Ballerini ha introdotto, in Italia, la psichiatria di Settore francese, ed ha contribuito attivamente, anche se con modalità diverse, con Franco Basaglia, al superamento della manicomialità e alla diffusione di una psichiatria clinica, etica, gentile, antropologica e psicopatologica, capace di guardare alla catastrofe esistenziale della malattia mentale senza mai rinunciare a tenere aperta una domanda di senso, e senza mai rifugiarsi in comode e semplicistiche soluzioni biologiche, sociologiche e psicologiche. Nel 1994, rompendo un isolamento ed una marginalità decennali, ha fondato la prima Società Italiana per la Psicopatologia Fenomenologica, della quale è stato il Presidente eletto in carica fino alla morte. Dal 2000 ha esercitato il suo magistero a Figline Valdarno, aprendo le porte della sua casa a centinaia di giovani psichiatri e psicologi, che affluivano da tutta Italia per apprendere da lui l’arte di incontrare gli ammalati, amandoli nei loro mondi, senza temere i loro inferni. Nel 2010 Ballerini ha fondato, con i suoi allievi più stretti, la Scuola di Psicoterapia Fenomenologico-Dinamica di Firenze, riconosciuta dal MIUR nel 2015, superando un limite storico ed epistemologico, di fronte al quale i suoi predecessori si erano arrestati. Clinico di grande statura scientifica, di straordinaria umanità, entusiasta appassionato e generoso, autore di numerosissimi contributi scientifici e di monografie sull’autismo e sull’esperienza psicotica. Postumo il suo ultimo testo “Oltre e di là dal mondo: l’essenza della schizofrenia”, Fioriti ed., Roma, 2015.


Faculty
Massimiliano Aragona: Psichiatra e filosofo. Responsabile UOS Salute Mentale INMP, Roma. Editor della rivista “Dialogues in Philosophy, Mental and Neuro Sciences”.
Andrea Ballerini: Psichiatra, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Careggi, Firenze.
Massimo Ballerini: Psichiatra, Dirigente Medico Azienda USL Toscana Centro; Socio della Scuola di Psicoterapia Fenomenologico-Dinamica di Firenze.
Giorgio Castignoli: Psichiatra e Psicoterapeuta, Direttore Struttura Complessa Psichiatria Nord, DSM Novara. Ideatore e organizzatore delle Giornate Psichiatriche Cerignalesi, Presidente della Società Italiana per la Psicopatologia Fenomenologica.
Paolo Colavero: Psicologo e Psicoterapeuta, UOC Oncoematologia Pediatrica ASL Lecce; Socio Fondatore Scuola di Psicoterapia Fenomenologico-Dinamica di Firenze, Membro Comitato Scientifico Società Italiana per la Psicopatologia Fenomenologica, Docente IIPG Milano.
Riccardo Dalle Luche: Psichiatra e Psicoterapeuta Direttore S.C. Salute Mentale Adulti Pistoia Azienda USL Toscana Centro. Professore a c. Università di Pisa. Autore di numerosi contributi di psicopatologia, clinica e psicoterapia.
Luciano Del Pistoia: Ricercatore al CNRS di Parigi, allievo di Georges Lantèri-Laura, Primario presso Ospedale Psichiatrico Fregionaia di Maggiano a Lucca, fondatore e direttore del servizio territoriale della USL Versilia.
Marco Di Cangio: Psicologo Psicoterapeuta, Editor di Psicopatologia su psicologiafenomenologica.it.
Gilberto Di Petta: Neurologo e Psichiatra, Dipartimento di Salute Mentale ASL NA 2 Nord, Redattore Capo della rivista “COMPRENDRE. Archive International pour l’Anthropologie et la Psychopathologie Phénoménologiques”. Socio Fondatore della
Società Italiana per la Psicopatologia Fenomenologica, Direttore della Scuola di Psicoterapia Fenomenologico-Dinamica di Firenze.
Giampaolo Di Piazza: Psichiatra e Psicoterapeuta, Direttore SPDC Arezzo, Azienda USL Toscana Sud Est; già Médecin Assistant Département Universitaire de Psychiatrie a Ginevra. Socio Fondatore della Società Italiana per la Psicopatologia Fenomenologica e della Scuola di Psicoterapia Fenomenologico-Dinamica di Firenze. Vice-Presidente della Società Italiana per la Psicopatologia Fenomenologica.
Filippo Maria Ferro: Psichiatra e Psicoanalista SIP, già Direttore della Scuola di specializzazione in psichiatria Università di Chieti, critico e cultore d’arte.
Sara Funaro: Assessore Educazione e Welfare, Comune di Firenze.
Simone Giovannini: Psichiatra Azienda Sanitaria Alto Adige. Ha curato la traduzione in italiano di testi di Janzarik e di Kraepelin.
Stefano Goretti: Psichiatra e Psicoterapeuta Fenomenologico-Dinamico; Responsabile Servizio di Psichiatria di Consultazione e Liaison Ospedale Almeira (Spagna); Tutor Clinica di Psichiatria Ospedale Universitario Torrecardenas (Spagna).
Federico Leoni: Docente di Antropologia filosofica all’Università di Verona e Direttore con Massimo Recalcati di “Lettera”, organo dell’Associazione Lacaniana Italiana di Psicoanalisi.
Aitziber Lopez de Lacalle: Psichiatra e Psicoterapeuta per bambini, adolescenti e adulti. È stata Capo Clinica nelle strutture di psichiatria infantile presso il Département Universitaire de Psychiatrie di Ginevra. Supervisore di équipes medico-psicologiche e educative. Candidata presso la Società Svizzera di Psicoanalisi.
Franca Madioni: Psichiatra, Psicoterapeuta e Psicoanalista. Dottore in psicopatologia e scienze umane presso Università Parigi XII. È stata Capo Clinica presso il Département Universitaire de Psychiatrie di Ginevra, incaricata di Corsi a Ginevra, Lausanne, Lyon, Aix en Provence et Paris VII. Ha scritto numerosi articoli scientifici, monografie e diretto testi collettivi.
Giovanni Martinotti: Psichiatra, Professore Associato Università degli Studi G. D’Annunzio di Chieti e Pescara, Vice-Presidente della Società Italiana per la Psicopatologia Fenomenologica, Membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Psichiatria.
Antonio Piotti: Socio della Fondazione Minotauro di Milano e docente nel Corso “Trattamento dei comportamenti autolesivi e del rischio suicidale”, Scuola di Formazione in Psicoterapia.
Massimo Prelati: Psichiatra e Psicoterapeuta, Direttore SC Psichiatria AO SS Antonio e Biagio e C. Arrigo, Alessandria.
Andrea Raballo: Professore ordinario di Psichiatria e Psicoterapia, Università della Svizzera Italiana (USI) e Presidente della sezione di Prevenzione dei disturbi mentali della European Psychiatric Association (EPA).
Giuseppe Riefolo: Psichiatra e Psicoanalista, membro ordinario della SPI. Ha lavorato per molti anni presso i servizi territoriali delle ASL del Lazio e particolarmente Roma 1. Presidente dell’Associazione SMES-Italia che si occupa di interventi per soggetti Senza Dimora affetti da gravi patologie psichiche; effettua supervisioni mensili con operatori della Sala Operativa Sociale e del volontariato che si occupano di interventi verso Senza Dimora a Roma.
Matteo Rossi: Psichiatra presso il Centro per l’Adolescenza e la Giovane Età e presso la Residenza Terapeutica per Minori Aven dell’AUSL di Parma.
Paolo Scudellari: Psichiatra e Psicoterapeuta, Professore Associato, Università di Bologna. Socio Fondatore Scuola di Psicoterapia Fenomenologico-Dinamica di Firenze.
Giovanni Stanghellini: Professore Ordinario di Psicologia Dinamica Università di Firenze.
Paolo Verri: Psichiatra e Psicoterapeuta. Socio Fondatore della Società Italiana per la Psicopatologia Fenomenologica e della Scuola di Psicoterapia Fenomenologico-Dinamica di Firenze. Esperto di Psichiatria forense, Revisore dei conti della Società Italiana per la Psicopatologia Fenomenologica.


Total Page Visits: 294